VOGLIA DI NATURA, RIFUGIO SICURO

Posted on Giu 26, 2015 in Fragrances, Green
VOGLIA DI NATURA, RIFUGIO SICURO

VOGLIA DI NATURA, definizione e sintesi perfetta di un desiderio diffuso, di un sentore condiviso, non solo mio, che da sempre respiro e vivo quotidianamente la Natura.
Sarà perché l’Estate è arrivata. Sarà perché le temperature salgono e la capacità di concentrazione cala. Sarà perché la Luce, fonte di vita e vitalità, pervade, scalda e accelera le nostre giornate. Sarà perché i giorni si snocciolano via così veloci che si ha come la certezza di non poterli gustarli appieno. Come se il tempo, fuggevole e inarrestabile, fosse aria che vola via, inafferrabile, noncurante del nostro bisogno di trovare il giusto ritmo, la cadenzatura perfetta fra pensiero e azione, tra i nostri desideri e la loro realizzazione.
E a furia di correre inseguendo il tempo perdiamo la strada. Perdiamo la nostra vera essenza. La parte più profonda, genuina e spontanea di noi stessi. Il seme da cui è nata la grande e rigogliosa pianta che siamo diventati. Hermann Hesse, in “La natura ci parla”, scrive: “Quando abbiamo imparato ad ascoltare gli alberi, allora proprio la brevità, rapidità e fretta puerile dei nostri pensieri acquista una letizia senza pari. Chi ha imparato ad ascoltare gli alberi, brama d’essere quello che è. Questa è la felicità”.

voglia natura e rifugio

Per questo sentiamo la Natura come il rifugio perfetto dove allentare i ritmi, decelerare, lasciar decantare i pensieri e rigenerare le sinapsi. Immergersi nella Natura, odorarne i profumi, dalle infinite sfumature olfattive,  godere dei suoi vividi colori, accesi e intensi, tuffarsi in un mare verde dove l’unica musica sia il fruscio delle foglie, lo scrosciare incessante di una cascata, il silenzio rumoroso del  bosco e dei suoi abitanti. Emozioni balsamifere che toccano nel profondo, che esaltano i sensi e che appagano la nostra voglia di rinnovamento, la nostra voglia di Natura, rifugio sicuro.

Rifugio non solo metaforico: in Scandinavia, all’interno di una foresta, sei architetti diversi, fra cui Roderick Romero, eco-designer che ha realizzato case sugli alberi per Sting, Val Kilmer, Julianne Moore, hanno progettato altrettante strutture di design sostenibile, ispirandosi al documentario “Traedaelskaren” (L’amante degli alberi) di Jonas Selberg Augustsen, in cui tre uomini ritornano alla Natura abbandonando lo stress della città e costruiscono una casa sull’albero, trovando rifugio nella Natura.

natura rifugio

Per saperne di più:  www.treehotel.se

1 Commento

  1. mogani
    22 dicembre 2015

    Francamente un fantasticoarticolo. Navigo con interesse il blog http://blog.annapaghera.it. Proseguite con questo
    piglio.

    vai verso questo link

    Reply

Lascia un commento